martedì 6 gennaio 2015

A mezzanotte in punto

Ecco la notte dell'Epifania che conclude la stagione natalizia sulla scia della Stella Cometa che conduce alla grotta del Bambin Gesù, con la Befana ultima portatrice di doni insieme ai tre Re Magi. 


" La notte dell'Epifania ( a Roma ).
Tutte le finestre guernite di scarpine, di cestellini, di calzettine. A mezzanotte in punto passa la processione della Befana - illuminata di luce elettrica. La Befana, vecchiarella rubizza, vestita alla rococò siede sul suo carrozzone dorato, tirato da somari bianchi, guardando con l'occhialetto dallo sportello. Ha presso il suo segretario particolare, un uccelletto dal becco gentile che le confida all'orecchio i desideri ed i sogni delle bambine e dei bambini che si raccomandano a lei. Essa ha ricevuto in quel giorno mucchi di letterine dai bimbi, su carta rosea e azzurra. Dinanzi alla carrozza, una musica di zufoli e di trombettine di latta. Seguono molti carri zeppi di balocchi, di libri, di dolci. Intorno ai carri, angioli vestiti di bianco, colle ali di cigno. Ad ogni casa la processione si arresta. L'uccellino dice una parolina alla Befana - essa fa cenno, e tosto un angiolo prende dai carri o confetti, o giocattoli o volumi e vola a deporli sulle finestre nelle scarpine, nei pedalini, nei panierini, dei bambini boni. Talvolta però la Befana fa un altro segno. Ai carri bianchi sussegue un carretto tutto nero, tirato da caproni - con diavoletti rossi per cocchiere e servitori. Il carretto è pieno di cenere e di carboni. I diavoletti ne pigliano manate e vanno a empirne le calze ecc. dei bambini cattivi. E qualche volta, anzi, non prendono nulla dal carrettino. Si tratta allora di un bimbo cattivissimo. Un diavoletto dalle ali di pipistrello, più brutto degli altri, vola alla finestra indicata, vi si acchiocciola, e vi lascia uno stronzino*. "

Note azzurre
Carlo Dossi


stronzino* = Dovrebbe essere una moneta o un oggetto senza valore

Buona Epifania

Per chi è interessato



10 commenti:

  1. avant de devenir italienne..je ne connaissais pas la befana!.. :))))

    RispondiElimina
  2. ... .. ma a volte basta leggere un racconto affascinante e delicato, capace di riempire di gioia il cuore dei grandi e piccini, è un dono meraviglioso.
    Grazie cara Sciarada e buona Epifania!
    Ciao
    Luci@

    RispondiElimina
  3. Che bella descrizione della notte dell'Epifania, mia Diletta.

    Buona Festa a te e alle tue carissime !!!

    RispondiElimina
  4. Cara Sciarada, è sempre bello leggere un racconto che parla della befana...
    Buona festa delle befana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Ciao Sciarada! Che bello questo pezzo .. mi ha regalato una bellissima immagine mentale e molto calore.
    Grazie mille e buona Epifania!
    A presto .. Dream Teller ^^

    RispondiElimina
  6. Ahahahahah...scusa ma l'immagine dello stronzino è troooppo divertente!!!
    Grazie sei sempre originale e speciale.
    Ti abbraccio forte cara Sciarada e buon Epifania.

    RispondiElimina
  7. Grazie per questo stupendo racconto, Sciarada. Buon pomeriggio dell'Epifania! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Bello questo racconto così originale della Befana e divertente la possibile interpretazione dello "stronzino" del diavoletto.

    RispondiElimina
  9. ma che bel racconto ;) grazieeeee!!!
    ti auguro un buon fine settimana a prestissimo

    RispondiElimina
  10. Quelle jolie image, Sciarada
    Quelle belle histoire !
    Cela me rappelle le temps de mon enfance quand nous tirions les Rois chez mes Parents.
    Mon Chéri a voulu acheter une galette pour deux mais elle était franchement trop chère. J'ai voulu en faire une mais
    il n' pas voulu.
    Ciao Sciarada !
    Baci

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...